Ematologia.net
Reumatologia
OncoGinecologia.net
Mediexplorer

Identificazione dei pazienti che potrebbero trarre beneficio dalla terapia angiogenica mediante rilevamento delle caratteristiche morfologiche e funzionali dei vasi tumorali



Lo studio dell’evoluzione dei vasi sanguigni intratumorali è di estrema importanza sia perché sono i terminali da cui le neoplasie si nutrono, sia perchè permette di meglio caratterizzare la terapia.
Da qui l’importanza del lavoro svolto dal gruppo di ricerca traslazionale sui tumori dello stomaco e del retto dell’Istituto Nazionale Tumori CRO di Aviano pubblicato su Scientific Reports.
Lo studio, primo del genere al mondo, coordinato da Renato Cannizzaro e da Paola Spessotto ha analizzato l’utilizzo dell’endomicroscopia confocale laser ( pCLE ), per la valutazione, in vivo e off-line, dell’estensione e della qualità della vascolarizzazione tumorale nei tumori dello stomaco e del retto.
L’endomicroscopia confocale laser ( CLE ) è una tecnica endoscopica innovativa che offre la possibilità di realizzare immagini della mucosa ad alta risoluzione, favorisce l’identificazione di microstrutture cellulari e subcellulari, l’individuazione precoce delle lesioni tumorali o displastiche permettendo una diagnosi istologica in vivo e di valutare meccanismi fisiopatologici in tempo reale.

I tumori gastrointestinali rappresentano una causa maggiore di morbidità e mortalità, con risposta incompleta alla chemioterapia in stadi avanzati.

Il cambiamento neoangiogenetico è uno degli step cruciali nello sviluppo dei tumori in cui l’equilibrio tra fattori anti-angiogenetici e pro-angiogenetici viene a mancare favorendo lo sviluppo di nuovi vasi i quali trasportano ossigeno e nutrienti alle cellule tumorali permettendone la loro costante crescita.

I vasi così formati presentano caratteristiche diverse da quelli normali: se ne possono trovare di dilatati, tortuosi e con alterazione della permeabilità.

La valutazione di tali caratteristiche ( pattern vascolare ) può permettere una maggiore efficacia dei trattamenti antiblastici e fornire di conseguenza informazioni vitali per ottenere una diagnosi più accurata e un trattamento mirato al paziente.

Lo studio condotto all’Istituto Nazionale Tumori CRO di Aviano ha dimostrato che la pCLE è un metodo valido per l’analisi in tempo reale della densità e dell'efficacia vascolare nei tumori gastrici e rettali.
Registrando le caratteristiche morfologiche e funzionali dei vasi tumorali e assegnando un punteggio angiogenico ad ogni paziente durante l'endoscopia si possono identificare i pazienti che potrebbero avere beneficio dalla terapia angiogenica. ( Xagena Medicina )

Fonte: Istituto Nazionale Tumori IRCCS CRO Aviano

Xagena_Salute_2017


Per appofondimenti: OncologiaMedica.net http://www.oncologiamedica.net/



Indietro