Reumatologia
Cardiologia.net
OncoGinecologia.net
Gastroenterologia.net

Nuove conferme sul ruolo protettivo dell’Aspirina contro diversi tipi di cancro: maggiore efficacia nella prevenzione dei tumori del tratto gastroenterico



Uno studio ha confermato un collegamento tra la riduzione del rischio di tumori gastrointestinali e l’utilizzo dell’Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ).

Lo studio, condotto su oltre 600mila persone, e presentato al Congresso della United European Gastroenterology ( UEG ), ha mostrato una riduzione del 47% del rischio di contrarre il tumore al fegato e all'esofago, una diminuzione del 38% nell'incidenza di tumori gastrici, del 34% di quelli del pancreas e del 24% del colon-retto.
Era sufficiente l’assunzione per almeno sei mesi di Aspirina.

La ricerca della durata di oltre dieci anni, ha messo in evidenza che questo farmaco antinfiammatorio appare particolarmente efficace nel contrastare i tumori gastroenterici.
Inoltre, sembrerebbe in grado di ridurre il rischio, seppur in misura minore, anche di altri tipi di neoplasie come le leucemie, i tumori al polmone e della prostata.

Non sembra, invece, in grado di prevenire forme tumorali come il cancro al seno, ai reni, alla vescica e il mieloma multiplo.

In generale, l’assunzione di Aspirina può favorire una ridizione sensibile del rischio di contrarre varie forme tumorali nei soggetti predisposti.

La possibilità che l'assunzione prolungata dei farmaci antinfiammatori non-steroidei ( FANS ), come l'Aspirina, riducano l'incidenza dei tumori gastroenterici ( primo tra tutti il cancro al colon ) è nota da tempo.
Pertanto, questi nuovi dati confermano un effetto di prevenzione dell'Aspirina di alcune forme tumorali.

Prevenzione del cancro con Aspirina ?

Idealmente, tutti potrebbero fare prevenzione antitumorale con Aspirina, ma è importante, secondo Giordano Beretta, Oncologia Medica di Humanitas Gavazzeni di Bergamo, che ogni caso vada valutato dal proprio medico curante.
L'Aspirina, infatti, non è esente da effetti collaterali.
Non è ancora stato definito il rischio-beneficio dell'Aspirina, e la dose efficace in questa particolare indicazione.
Per questo motivo, l'Aspirina non può essere consigliata come terapia preventiva contro i tumori.
Il discorso è diverso per un ristretto gruppo di pazienti che hanno già avuto un tumore al colon e che presentano una specifica mutazione: in questo caso è noto che l'Aspirina riduca il rischio di recidiva e potrebbe quindi essere consigliata. ( Xagena Medicina )

Fonte: AIOM, 2017

Xagena_Salute_2017


Per approfondimenti: OncologiaMedica.net http://oncologiamedica.net/



Indietro