OncoGinecologia.net
Reumatologia
Mediexplorer

Asma, una malattia non guaribile ma perfettamente curabile



Sono circa tre milioni gli italiani che soffrono di asma. Sebbene abbia carattere cronico e dunque non sia possibile guarire, un appropriato trattamento farmacologico e buone abitudini di vita consentono di controllarne i sintomi, senza ripercussioni sulla quotidianità del paziente.
Per predisporre il trattamento più appropriato è necessario che venga effettuata una corretta diagnosi da uno specialista allergologo o pneumologo in un Centro specializzato.
Solo il 32% dei pazienti rispetta la terapia farmacologica, mentre ben il 56% usa i farmaci solo quando ha un attacco o al bisogno e il 12% non segue alcuna terapia. L’aderenza alla terapia da parte dei pazienti non aumenta con la gravità dell’asma.

Dai dati dell'indagine emergono alcuni risultati interessanti. Il primo fra tutti è che non sembra esserci una completa corrispondenza fra rappresentazione della malattia e impatto reale: circa un quarto dei pazienti con asma grave ne sottostima la reale gravità. Emerge, inoltre, una non-aderenza alla terapia e questo per lo più a causa di una scarsa cultura o consapevolezza dell’importanza della patologia che ha spesso un forte impatto sulla sfera lavorativa, oltre a quella privata.

Chi è colpito da asma dev'essere soggetto attivo del percorso diagnostico e terapeutico con l'obiettivo di controllare al meglio la malattia.
La medicina personalizzata, accanto alla medicina di precisione, caratterizza ormai da qualche anno l'approccio alla diagnosi e alla cura della malattia asmatica.
Si tratta di due concetti leggermente diversi. La medicina personalizzata fa riferimento al paziente e alla sua partecipazione nella gestione della malattia mentre la precision medicine fa riferimento al trattamento specifico per quel particolare tipo di malattia, finalizzato a bloccare l'endotipo, ovvero il meccanismo associato allo sviluppo della malattia.

L’asma è una malattia infiammatoria cronica dell’apparato respiratorio. La sintomatologia può essere diversa da persona a persona: all’esordio il paziente può manifestare tosse secca e stizzosa, con una mancanza di respiro successiva agli accessi di tosse. Può inoltre esserci un senso di costrizione al torace, un senso opprimente di mancanza di respiro, continuo nell’arco della giornata e che peggiora sotto sforzo o sotto l’esposizione ad alcuni allergeni. Ci sono poi le vere crisi di mancanza di respiro con fischi, sibili e fame d’aria che possono obbligare il paziente a recarsi in pronto soccorso.

È disponibile un’ampia gamma di farmaci per la cura dell’asma. È importante però curare dapprima eventuali comorbidità ove presenti ( come allergia, reflusso gastroesofageo, ostruzione nasale e poliposi nasale ): questo garantisce che non ci siano fattori interferenti che aggravano l’asma.

L’asma si cura con corticosteroide per via inalatoria, associato in determinati casi a broncodilatatori.

In alcuni casi selezionati, si possono offrire terapie immunologiche che colpiscono la cascata di infiammazione responsabile dei sintomi. Sono terapie disponibili solo nei Centri ospedalieri specializzati, che vengono dosate sul paziente e che vengono offerte solo a gruppi ristretti di pazienti che presentano determinate caratteristiche.

L’asma è una malattia non guaribile ma perfettamente curabile e che se ben controllata da buone abitudini di vita e dal trattamento farmacologico, permette di condurre una vita assolutamente normale, sia in ambito lavorativo sia in ambito sportivo, anche a livello agonistico. ( Xagena Medicina )

Fonte: Humanitas, 2017

Xagena_Salute_2017


Per approfondimenti: AsmaOnline.net http://www.asmaonline.net/



Indietro