Ibuprofene
Xagena Newsletter
Alliance Dermatologia & Dermocosmesi
Xagena Mappa

Artrite reumatoide moderata-grave: Upadacitinib più efficace di Abatacept


Upadacitinib ( Rinvoq ) è superiore ad Abatacept ( Orencia ) nel raggiungimento della remissione e del cambiamento di DAS28-CRP nei pazienti con artrite reumatoide refrattaria ai farmaci antireumatici biologici modificanti la malattia ( bDMARD ).

Gli studi hanno dimostrato remissione della malattia con l'uso di Upadacitinib, un inibitore orale selettivo e reversibile delle Janus chinasi ( JAK ), in circa il 30% dei pazienti, indipendentemente dal trattamento precedente, compresi quelli che non avevano precedentemente ricevuto Metotrexato o che avevano fallito il trattamento con farmaci antireumatici modificanti la malattia convenzionali sintetici ( csDMARD ) o DMARD biologici ( bDMARD ).

Abatacept modula la co-stimolazione delle cellule T legandosi ai recettori CD80 e CD86 sulle cellule presentanti l'antigene, inibendo così la proliferazione delle cellule T e la stimolazione delle cellule B.
L'efficacia e la sicurezza di Abatacept sono state dimostrate in studi di fase 3 che hanno coinvolto pazienti con artrite reumatoide attiva e una risposta inadeguata al Metotrexato o ai DMARD biologici.

Per confrontare l'efficacia e la sicurezza di Upadacitinib con Abatacept tra i pazienti con artrite reumatoide e una risposta inadeguata ai DMARD biologici, è stato condotto lo studio di fase 3 SELECT-CHOICE, in cieco, della durata di 24 settimane.
I partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere 15 mg di Upadacitinib orale ogni giorno oppure Abatacept per via endovenosa, ciascuno in combinazione con DMARD sintetici convenzionali.
In tutto, 303 sono stati trattati con Upadacitinib, mentre 309 sono stati assegnati al gruppo Abatacept.

L'endpoint primario era la variazione dal basale alla settimana 12 di DAS28-CRP ( indice di attività di malattia su 28 articolazioni, basato sul livello di proteina C-reattiva ), valutato per la non-inferiorità.
Gli endpoint secondari alla settimana 12 includevano la superiorità di Upadacitinib rispetto ad Abatacept per quanto riguarda la variazione di DAS28-CRP rispetto al basale e la percentuale di pazienti che raggiungevano la remissione clinica, definita come DAS28-CRP inferiore a 2.6.

Secondo i ricercatori, le variazioni di DAS28-CRP dal basale a 12 settimane sono state -2.52 per Upadacitinib e -2 per Abatacept ( P inferiore a 0.001 ).
La percentuale di pazienti che hanno raggiunto la remissione completa è stata del 30% per Upadacitinib, contro il 13.3% per Abatacept ( P inferiore a 0.001 ).

Il profilo di sicurezza di Upadacitinib ( 15 mg ) era coerente con quello osservato in studi precedentemente riportati sull'artrite reumatoide, senza che siano stati rilevati nuovi rischi per la sicurezza.
Fino alla settimana 24, si sono verificati eventi avversi gravi nel 3.3% dei pazienti nel gruppo Upadacitinib, rispetto all'1.6% dei pazienti nel gruppo Abatacept.
Sono stati segnalati tre casi di infezione grave nel gruppo Upadacitinib e uno nel gruppo Abatacept. Inoltre, più pazienti nel gruppo Upadacitinib hanno presentato livelli elevati di aminotransferasi, rispetto a quelli trattati con Abatacept.
Nel gruppo Upadacitinib sono stati riportati: un evento cardiovascolare avverso maggiore ( MACE ) e due casi di eventi tromboembolici venosi ( TEV ) ed entrambi i pazienti avevano almeno un fattore di rischio per TEV. Non sono stati riportati eventi MACE e tromboembolici nel gruppo Abatacept.

Nello studio SELECT-CHOICE è stato scelto Abatacept, perchè in precedenza aveva dimostrato di essere efficace nei pazienti con risposta inadeguata agli inibitori del TNF.
In un paziente che soffre di artrite reumatoide attiva nonostante il trattamento con DMARD convenzionale e con precedente fallimento della terapia con un biologico ( generalmente un inibitore del TNF ), la possibilità di ottenere la remissione è maggiore con un inibitore JAK rispetto al passaggio a un biologico con diversa modalità di azione. ( Xagena Medicina )

Fonte: The New England Journal of Medicine, 2020

Xagena_Salute_2020


Per aggiornamenti in Reumatologia: Reumatologia.net https://reumatologia.net/ & ArtriteOnline.net https://www.artriteonline.net/



Indietro