Xagena Mappa
Medical Meeting
Gastrobase.it
Ematobase.it

Il regime iniettabile a due farmaci, Cabotegravir più Rilpivirina, in somministrazione mensile ha un’efficacia simile a un regime orale a tre farmaci in somministrazione giornaliera negli adulti virologicamente soppressi



Lo studio di fase III FLAIR ( First Long-Acting Injectable Regimen ) è stato disegnato per verificare se gli adulti infettati dal virus dell’immunodeficienza umana di tipo 1 ( HIV-1 ), in cui il virus è soppresso dopo 20 settimane grazie a un trattamento giornaliero con la combinazione orale Abacavir / Dolutegravir / Lamivudina ( ABC/DTG/3TC ), rimangono virologicamente soppressi nella stessa percentuale dopo lo switch al regime mensile a due farmaci a lunga durata d’azione per via intramuscolare con Cabotegravir e Rilpivirina, confrontato con il gruppo di pazienti che prosegue con la combinazione orale giornaliera ABC/DTG/3TC.

Lo studio ha dimostrato che Cabotegravir e Rilpivirina, iniettati una volta al mese, hanno una efficacia simile alla combinazione orale Abacavir / Dolutegravir / Lamivudina alla settimana 48; l’efficacia è valutata come proporzione dei partecipanti con HIV-1 RNA maggiore o uguale a 50 copie per millilitro utilizzando l’algoritmo FDA Snapshot.

I risultati del regime iniettabile in termini di sicurezza totale, risposta virologica e resistenza al farmaco sono in linea con quelli degli studi di fase II LATTE e LATTE-2.

I dati dello studio FLAIR offrono ulteriore evidenza del fatto che il trattamento 2DR iniettabile a lunga durata d’azione con Cabotegravir e Rilpivirina può offrire un’alternativa alla terapia orale giornaliera per le persone che hanno già ottenuto la soppressione virale.
Questa terapia potrebbe trasformare il trattamento dell’infezione da HIV riducendo il numero di giorni in cui una persona riceve il trattamento da 365 a 12. ( Xagena Medicina )

Fonte: ViiV Healthcare, 2018

Xagena_Salute_2018


Per approfondimenti sulla Infettivologia: Infettivologia.net https://www.infettivologia.net/


Indietro