Xagena Mappa
Medical Meeting
Farmaexplorer.it
Reumabase.it

Malattie ultra-rare: Emofilia A acquisita causata da anticorpi che neutralizzano il fattore VIII della coagulazione, efficacia di Susoctocog alfa



Efficacia, profilo di sicurezza e personalizzazione del trattamento tramite la misurabilità dell'attività del fattore VIII del paziente sono i risultati ottenuti con Susoctocog alfa ( anche noto come Obizur ), terapia di sostituzione dedicata al trattamento dell'emofilia A acquisita. Susoctocog alfa trova indicazione nel trattamento degli episodi emorragici che si manifestano nei pazienti adulti con emofilia acquisita causata da anticorpi che neutralizzano il fattore VIII della coagulazione.

La derivazione porcina del prodotto permette di rimpiazzare temporaneamente il fattore VIII endogeno della coagulazione inibito dalla patologia e necessario per un'emostasi efficiente.
Inoltre, la determinazione del dosaggio necessario del farmaco sulla base di un indicatore obiettivo quale l'attività del FVIII, consente di personalizzare la terapia.

L'emofilia A acquisita è una malattia ultra-rara ( 1.5 casi per 1 milione di abitanti ) che non permette la normale coagulazione del sangue, in quanto l'attività coagulante del fattore VIII viene inibita dalla produzione di autoanticorpi neutralizzanti.
La patologia comporta emorragie in persone fragili, ovvero anziani, spesso con comorbilità, e donne nel post-partum.

L'efficacia e il profilo di sicurezza di Susoctocog alfa sono stati dimostrati in uno studio clinico prospettico, condotto in aperto in 28 pazienti.
Susoctocog alfa si è dimostrato efficace in tutti i soggetti trattati in cui la valutazione di efficacia è stata fatta 24 ore dalla prima somministrazione del prodotto, particolarmente laddove sia stato usato come terapia di prima linea.

Susoctocog alfa può causare reazioni di ipersensibilità ( allergiche ), che possono comprendere angioedema ( gonfiore dei tessuti sottocutanei ), bruciore e irritazione in corrispondenza del sito di iniezione, brividi, rossore, orticaria generalizzata, cefalea, orticaria, ipotensione, stanchezza o irrequietezza, nausea o vomito, tachicardia ( battito cardiaco accelerato ), costrizione toracica, sibilo e vellichio ( solletico ). In alcuni casi le reazioni possono aggravarsi ( anafilassi ) ed essere associate a brusche e pericolose diminuzioni della pressione sanguigna.

I pazienti con emofilia acquisita provocata da anticorpi contro il fattore VIII possono sviluppare anticorpi contro Susoctocog alfa. ( Xagena Medicina )

Fonte: EMA ( European Medicines Agency ), 2017

Xagena_Salute_2017


Per approfondimenti: Ematologia.it http://www.ematologia.it/



Indietro