Xagena Mappa
Medical Meeting
Dermabase.it
Xagena Salute

Pembrolizumab in prima linea, in monoterapia o associato alla chemioterapia, migliora la sopravvivenza globale nel tumore testa-collo con espressione di PD-L1



Sono stati presentati i primi dati dello studio di fase III randomizzato KEYNOTE-048 che sta valutando l’efficacia di Pembrolizumab ( Keytruda ), un inibitore di PD-1, sia in monoterapia che in combinazione con chemioterapia, nel trattamento di prima linea del carcinoma a cellule squamose della testa e del collo ( HNSCC ) recidivato o metastatico.

Questi primi dati di KEYNOTE-048 hanno mostrato che la monoterapia con Pembrolizumab ha migliorato la sopravvivenza globale ( OS ), l’endpoint primario dello studio, del 39% ( hazard ratio, HR=0.61 [ IC 95%, 0.45-0.83 ]; p = 0.0007 ) nei pazienti i cui tumori esprimono PD-L1 con CPS ( Combined Positive Score ) maggiore o uguale a 20, e del 22% ( HR 0.78 [ IC 95%, 0.64-0.96 ]; p = 0.0086 ) nei pazienti con CPS maggiore o uguale a 1, rispetto all’attuale standard di cura rappresentato dal regime EXTREME ( Cetuximab con Carboplatino o Cisplatino più 5-Fluorouracile ).

Pembrolizumab in combinazione con chemioterapia ( Carboplatino o Cisplatino più 5-Fluorouracile ) ha dimostrato un vantaggio del 23% nelal sopravvivenza globale ( HR=0.77 [ IC 95%, 0.63-0.93 ]; p = 0.0034 ), rispetto al regime EXTREME, indipendentemente dall’espressione di PD-L1.

In nessuno dei due bracci studiati sono state riscontrate differenze nella sopravvivenza libera da progressione ( PFS ), altro endpoint primario dello studio.

In KEYNOTE-048 non sono stati riscontrati nuovi eventi avversi relativi all’uso di Pembrolizumab.

Il tumore testa-collo comprende tumori che si sviluppano all’interno o attorno a faringe, laringe, seni nasali e paranasali, cavo orale.
La maggior parte dei tumori testa-collo sono carcinomi a cellule squamose i cui principali fattori di rischio includono il consumo di tabacco e di alcol. Altri fattori di rischio comprendono l’infezione da HPV ( Human PapillomaVirus ).
A livello mondiale, si stima che nel 2018 verranno diagnosticati 835.000 nuovi casi di tumori testa-collo e che 431.000 persone moriranno a causa di questa malattia. ( Xagena2018 )

Fonte: European Society of Medical Oncology - ESMO, 2018

Xagena_Salute_2018


Per approfondimenti sul Tumore del testa-collo: OncologiaMedica.net https://www.oncologiamedica.net/



Indietro