Xagena Mappa
Medical Meeting
Onco News
Dermabase.it

Xarelto al dosaggio di 10 mg/die per il trattamento della trombosi venosa profonda e dell’embolia polmonare, e per la prevenzione delle recidive di tromboembolismo venoso nell’adulto



Xarelto ( Rivaroxaban ) al dosaggio di 10 mg in monosomministrazione giornaliera è stato approvato dall'AIFA per il trattamento della trombosi venosa profonda ( TVP ) e dell’embolia polmonare ( EP ), e nella prevenzione delle recidive della trombosi venosa profonda e dell'embolia polmonare nell’adulto.

Questa nuova indicazione è disponibile per i pazienti che hanno già ricevuto almeno sei mesi di terapia anticoagulante e consente ai medici di avere un’ulteriore opzione terapeutica, oltre a quella già approvata per questa indicazione al dosaggio di 20 mg in monosomministrazione giornaliera.

Il tromboembolismo venoso ( TEV ), che comprende embolia polmonare ( trombo localizzato a livello polmonare ) e trombosi venosa profonda ( trombo localizzato in vena profonda, spesso nelle gambe ), ha un considerevole impatto a livello mondiale ed è il terzo principale motivo di mortalità per cause cardiovascolari nel mondo, dopo infarto miocardico e ictus.
Per la prevenzione delle recidive di tromboembolismo venoso le attuali Lineeguida raccomandano una terapia anticoagulante per tre mesi o più, in base al rapporto fra il rischio di recidiva di tromboembolismo venoso e il rischio di emorragia.

Xarelto in queste indicazioni era stato approvato dalla Commissione Europea in base ai risultati dello studio di fase III, EINSTEIN CHOICE, che hanno dimostrato come entrambi i dosaggi di Rivaroxaban ( 10 mg in monosomministrazione giornaliera e 20 mg in monosomministrazione giornaliera ) abbiano ridotto il rischio di recidiva di tromboembolismo venoso rispetto all'Acido Acetilsalicilico ( Aspirina ) al dosaggio di 100 mg una volta/die in pazienti che avevano precedentemente completato un periodo da 6 a 12 mesi di terapia anticoagulante per embolia polmonare e/o trombosi venosa profonda sintomatica.

L’incidenza di sanguinamenti maggiori osservati con Rivaroxaban è risultata confrontabile con Acido Acetilsalicilico. ( Xagena Medicina )

Fonte: Bayer, 2019

Xagena_Salute_2019


Per approfondimenti sul Tromboembolismo venoso: TrombosiOnline.net https://trombosionline.net/



Indietro